Elica Propulsion Laboratory – Un laboratorio “open”

Francesco Magrini, Laboratory Manager di EPL, Elica Propulsion Laboratory, del Gruppo Elica
Francesco Magrini, Laboratory Manager di EPL, Elica Propulsion Laboratory, del Gruppo Elica

Punto di riferimento nel mercato delle cappe da cucina, il Gruppo Elica ha inaugurato lo scorso maggio un nuovo laboratorio tecnologico, EPL, Elica Propulsion Laboratory, sviluppato su oltre 2.000 m², con un investimento complessivo di circa 5 milioni di euro, dove attualmente sono impegnati una trentina di addetti (tra ingegneri elettronici, ingegneri meccanici, ingegneri elettrici, fisici e tecnici di varia estrazione), coordinati da Francesco Magrini, parte attiva di questo importante progetto.

«Nato negli anni Ottanta – spiega Magrini – come classico laboratorio aziendale, dal 2006 ha messo in atto un forte e costante potenziamento in termini di attrezzature, in modalità operative ed in organico. In altre parole si è dovuto allineare a un modello di business sempre più globale».

Un modello di business che per il Gruppo significava esportare i propri prodotti in tutto il mondo, dall’America del Nord, negli Stati Uniti e in Canada, all’America del Centro-Sud, in tutta Europa, in Australia, Africa e Asia. Con normative da rispettare sempre più difformi tra loro.

«Era quindi sempre più forte la necessità – continua Magrini – da una parte di poter accedere a tutti i mercati superando qualunque barriera normativa e di certificazione; dall’altra, di riuscire a coniugare esigenze tipiche del business-to-business, del business-to-consumer oltre che di prodotti con proprio brand. Una grande diversificazione in termini di requisiti da rispettare, un’altrettanta vastità di gamma, dal prodotto più entry-level fino al top di gamma e di alto design».

Il laboratorio inizia così un progressivo percorso di crescita, step by step, acquisendo via via diversi livelli di certificazione. Vanno sicuramente ricordate quali tappe fondamentali la certificazione SMT, oggi denominata CTF Stage 3 (massimo livello di accreditamento per un laboratorio aziendale nell’ambito della certificazione di sicurezza dei prodotti) ottenuta con UL International Demko nel 2007, la certificazione CTDP (equivalente dell’attuale CTF Stage 3 ma per Usa&Canada) nel 2009, la Full Compliance UNI EN ISO 17025 nel 2010.

«Ulteriore e decisivo passo – osserva Magrini – è stato compiuto nel 2013 con l’accreditamento ilac-MRA Accredia, ovvero poterci qualificare a tutti gli effetti come laboratorio di terza parte riconosciuto in tutti i Paese aderenti al WTO. Un percorso senza dubbio sfidante, che ha visto in UL International un partner sinergico e qualificato per ottenere gli obiettivi prefissati e accedere a tutti i mercati globali. Accordo di collaborazione che porterà in futuro a nuovi sviluppi che si tradurranno in un ulteriore ampliamento dei servizi che potremo offrire».

Vista di una delle sale di verifica affidabilità di prodotti finiti e componenti
Vista di una delle sale di verifica affidabilità di prodotti finiti e componenti

Qualifica e certificazione di prodotti finiti, materiali e componenti
Elica Propulsion Laboratory è suddiviso in piattaforme operative sulle quali sovraintende il dipartimento Qualità, responsabile di tutte le certificazioni emesse e di tutto il Sistema Qualità.

«Totalmente indipendente da quello attivo in Elica – precisa Magrini – oltre che dover rispondere a regole e procedure ben più rigide di un più tradizionale Sistema Qualità, in accordo con le UNI EN ISO 17025, viene costantemente sottoposto ad audit. Un audit annuale da parte di UL International, il rigido e severo audit annuale effettuato da Accredia, cui si aggiungono audit mensili interni permanenti, disposti dal Responsabile della Qualità a copertura di tutte le varie aree, delle attrezzature e del personale».

Lo stesso Responsabile della Qualità, tre volte all’anno, si occupa inoltre dei Proficiency Testing Program a totale garanzia dei risultati qualitativi effettuati e prodotti dal laboratorio.
Struttura e organigramma che permettono di poter qualificare e certificare prodotti finiti, materiali e componenti nei seguenti ambiti:

Sicurezza: verifica conformità ai requisiti normativi per accesso ai mercati mondiali (Usa, Europa & ROW).
• Rilascio certificazioni internazionali in collaborazione con UL (ente americano).
• Verifica della compatibilità elettromagnetica di prodotti finiti e componenti.
• Verifica prestazioni ed efficienza energetica.
• Misura del rumore emesso da prodotti finiti e componenti.
• Identificazione delle sorgenti acustiche (olografia acustica).
Analisi chimica ai raggi X.
Prove imballo.
• Verifica affidabilità di prodotti finiti e componenti.
• Verifica resistenza al fuoco e alla corrosione.
Test custom su specifica del cliente.

Prove e test coordinati e gestiti da personale che ricopre ruoli istituzionali significativi, tra cui figurano:

Presidente del Comitato Tecnico Cenelec (EN) per le prestazioni di apparecchi elettrici d’uso domestico e similare (TC 59/61).
Membro del Comitato Tecnico Cenelec e IEC per la sicurezza e le prestazioni di apparecchi elettrici d’uso domestico e similare (TC 59/61).
Membro del Comitato Tecnico CEI per la sicurezza e le prestazioni di apparecchi elettrici d’uso domestico e similare (CEI TC 59/61).
Co-operatore nello sviluppo di norme UL (UL 507 – UL 1004).
Presidente del Gruppo Cappe di Confindustria APPLiA Italia.
Membro del Consiglio di Confindustria APPLiA Italia.
Consulente tecnico del Working Group Cappe di APPLiA Europa.

Vista reparto attrezzature per la verifica resistenza al fuoco e alla corrosione
Vista reparto attrezzature per la verifica resistenza al fuoco e alla corrosione

Al servizio delle aziende, di ricercatori e innovatori universitari
Divisione di Elica ma gestita e organizzata come business unit interna, EPL si propone quale motore propulsore dell’innovazione non solo verso il Gruppo al quale appartiene, ma anche verso aziende esterne. Il laboratorio è dunque accessibile a piccole e grandi imprese, inclusi i competitor, che testano e chiedono di certificare i loro prodotti. Prestigiose realtà italiane e internazionali operanti in svariati settori, dall’elettrodomestico all’elettronica, dalla refrigerazione al riscaldamento domestico, dalla segnaletica elettronica stradale ai materiali per l’isolamento acustico in edilizia.

«Non solo – rileva Magrini – perché il laboratorio è stato espressamente pensato anche con un approccio di apertura anche alla ricerca innovativa. In questo contesto mette a disposizione i suoi spazi a giovani ingegneri e innovatori universitari che, sotto la supervisione e la guida dei nostri tecnici, possono accedere all’utilizzo di macchinari per i loro progetti di ricerca».

EPL è in grado di effettuare anche test custom su specifica del cliente
EPL è in grado di effettuare anche test custom su specifica del cliente

Know-how, competenze e attrezzature, difficilmente reperibili altrove e ancor più caratterizzanti, per completare la fase di ideazione di concept, prototipizzarlo per capire la sostenibilità del progetto. Col valore aggiunto di poter coprire tutto ciò che serve per qualificare un prodotto: sicurezza, compatibilità elettromagnetica, performance, acustica, affidabilità, prove imballo e packaging, analisi chimica e compliance alla direttiva Rohs.

«In quanto ente di certificazione – sottolinea Magrini – EPL non può fare sviluppo prodotto, bensì occuparsi solo di ricerca. E infatti, attraverso un’area e personale dedicato, sviluppa attività di ricerca su nuovi materiali, componenti e tecnologie, contribuendo a fornire l’idea per eventuali prototipi».

Attività in crescita che, anno su anno, si è attestata nell’ultimo quinquennio a +30%, con oltre 1.000 progetti gestiti all’anno, emissione di più di 10mila report di prova, per 100 certificati di prodotto emessi (IEC/UL), per il Gruppo Elica.

«Una famiglia di prodotto Elica – precisa e conclude Magrini – può contenere anche 500 configurazioni elettriche diverse, con oltre il 60% delle cappe certificate al mondo, nel 2017, certificate da EPL».