USP punta alla crescita, in Italia e all’Estero

uspSolidissime radici italiane (brianzole, per l’esattezza) ma rami che si puntano ormai in Europa, con progetti di espansione in continuo aggiornamento. A dispetto della crisi, Universal Service Provider, azienda di Barlassina (MB) che si occupa della gestione del post vendita per varie categorie di prodotti, in particolare grandi e piccoli elettrodomestici, è riuscita negli ultimi anni a costruire un percorso di crescita che prosegue sia a livello europeo, sia nel contesto nazionale. Da alcuni anni, infatti, l’azienda ha varcato i confini italiani per avviare collaborazione in altri paesi europei, in particolare la Polonia. Un percorso di internazionalizzazione che negli ultimi mesi ha segnato alcune importanti tappe: «Di recente abbiamo siglato una partnership con Amica S.A., un grande produttore polacco di elettrodomestici e una delle migliori aziende quotate alla Borsa di Varsavia, in termini di riconoscimento», spiega Roksana Boszko, Director dell’azienda. Un risultato importante, che è stato seguito da un altro accordo strategico: «Quello con Simfer, azienda turca che vende e produce cucine entro i confini nazionali e che circa un mese fa ha concluso con noi un’importante partnership».

Un servizio migliore
L’interesse internazionale per USP è legato al costante lavoro di miglioramento dell’efficienza del servizio: «Innanzi tutto, possiamo usufruire di un sistema informatico proprietario, sviluppato e personalizzato in base alle specifiche esigenze della rete service, che ci consente di agire in maniera puntuale e sempre più conforme alle esigenze del cliente. Abbiamo investito molto sul fronte della logistica integrata, con livelli di servizio avanzati e ottimizzati alle esigenze del mercato. E poi possiamo contare su una capillare rete di assistenza, che viene costantemente monitorata per garantire l’efficienza e un continuo miglioramento del servizio. – continua Boszko – Ultimo, ma non per importanza, è la facilità con cui ci rendiamo reperibili ai clienti: grazie al nostro contact center interno, economico e funzionale, possono ricevere una risposta rapida e puntuale».
Si tratta di interventi che riguardano diversi aspetti dell’organizzazione aziendale, ma che convergono verso un unico obiettivo: rendere sempre più rapido ed efficace il servizio, per fronteggiare un mercato molto esigente in questo senso: «Le aziende oggi richiedono tempistiche brevissime di intervento. L’orologio di aziende che operano sul web dettano legge e i clienti si aspettano di essere ricontattati entro poche ore per le riparazioni. Per questo è necessario avere un magazzino ricambi ben fornito, che consenta di effettuare immediatamente le riparazioni, senza dover effettuare l’ordine dei pezzi guasti. Il nostro servizio logistico ci permette oltre che di visualizzare le giacenze dei furgoni, di riordinare in tempo reale il reintegro scorte in base al prelievo giornaliero, in modo da avere un quadro costantemente aggiornato di tutti i pezzi a disposizione. Tramite tablet, i tecnici possono aggiornare in tempo reale lo stato di avanzamento della riparazione e chiudere direttamente la pratica».
Questo complesso sistema informatico consentirà a breve una piena visibilità delle informazioni, anche da parte del cliente che potrà verificare in qualsiasi momento come procede la riparazione: «Sarà possibile, anche per i consumatori che ci segnaleranno i guasti, monitorare lo stato della segnalazione che prima era visibile solo ai produttori e ai tecnici». Un servizio semplice e immediato: «Funzionerà tramite una pagina web dedicata ai clienti che, con il numero di ticket fornito al telefono dal nostro call center, potranno verificare in tempo reale lo stato della segnalazione. È in corso l’adeguamento del servizio alle nuove normative sulla privacy, per garantire la massima riservatezza dei dati forniti».

Gli investimenti in Italia
Nonostante le prospettive sempre più europee, l’azienda non ha circoscritto gli investimenti sul territorio nazionale: «Tutt’altro: nel mese di marzo abbiamo aperto un nuovo centro di assistenza a San Costantino Calabro che ci consente di gestire tutta la provincia di Vibo Valentia e di Reggio Calabria. C’è anche un piccolo showroom per la vendita di prodotti nuovi o ricondizionati». Una struttura agile, che scommette sul localismo per offrire interventi rapidi di assistenza anche in zone distanti dai centri principali: «Si tratta di un centro locale che ci consente di gestire i servizi nella zona per tutti i brand che ne fanno richiesta. Le grandi aziende multinazionali, gestiscono in modo autonomo i loro centri assistenza e non necessitano di un service a livello nazionale. Spesso, però, si appoggiano a singoli centri di assistenza per gestire le riparazioni a livello locale». Un’altra iniziativa a livello nazionale riguarda mercati particolari: «Ad esempio lavoriamo anche con il brand Brentareno, specialista nelle lavatrici a gettoni professionali. Si tratta di un segmento interessante, per cui abbiamo proceduto alla formazione di diversi centri di riparazione».
Anche il raggio d’azione della sede aziendale di Barlassina, in provincia di Monza e Brianza, si è notevolmente estesa, raggiungendo quasi i confini regionali: «Oggi copriamo un’area di oltre 100 km con una rete di servizio capillare e puntuale. Ovviamente a seconda dell’esigenze potremmo pensare di aprire altre filiali».

 

Leggi l’articolo completo sul numero di luglio di ae.