Come sono cambiati i consumi degli italiani

La Rivoluzione nel carrello – Viaggio nei consumi dell’Italia che cambia, scritto da Anna Zinola  – consulente nell’area area dei consumi e docente di psicologia del marketing all’Università di Pavia – ed edito da Guerini Next, è l’analisi di come sono i cambiati i consumi degli italiani nel decennio 2008/2018.

Il libro presenta un nuovo consumatore – a dieci anni dall’inizio della “grande crisi” – distaccato in tanti modi dal passato e di come è cambiato il carrello della spesa e i suoi prodotti e il modo di fare la acquisti: il rituale della spesa settimanale all’ipermercato è infatti stato abbandonato a favore di una diversificazione dei luoghi d’acquisto. Sono cambiate anche le scelte, con l’arrivo di prodotti e servizi legati al tempo libero e al benessere personale, ovvero all’esperienza.

Altri beni, ritenuti prima fondamentali, hanno perso il loro valore simbolico. Un esempio? L’auto, che ha perso la posizione di status symbol tra i ventenni di oggi, sostituita dalla tecnologia.

Ovviamente all’interno del libro si parla anche di elettrodomestici e di elettronica di consumo.

I temi e gli argomenti – accompagnati anche da interrogativi – trattati dall’autrice sono tanti. Una cosa è però certa: il consumatore di oggi è molto cambiato rispetto a quello pre-crisi e sarà difficile poter tornare indietro. La crisi economica, congiunta alle nuove spinte culturali, ha ridisegnato la geografia dei consumi. Sta a noi trovarne le coordinate.