Moulinex – Gli italiani amano il cibo etnico ma a casa preferiscono la cucina tradizionale

Moulinex COOKEOSecondo l’Osservatorio “Italiani e stili di cucina” commissionato da Moulinex a Human Highway, la donna è la regina in cucina (78%), mentre l’uomo cucina per necessità anche se bisogna aggiungere che quando lo fa è disposto anche a sperimentare piatti un po’ più elaborati rispetto a quelli presentati nel quotidiano.

Cosa cucinano gli italiani? In generale, l’Italia è un Paese che ama e rispetta la tradizione (66%), la genuinità data da ingredienti semplici (56%), con pochi grassi (41%). Le specialità regionali vincono di netto sull’etnico (rispettivamente 42% e 8%) e non è un caso se proprio nella madrepatria dei primi piatti, questi rappresentano per oltre il 70% anche il cavallo di battaglia, mentre dolci e secondi di carne sono una “missione impossibile”.

La ricerca evidenzia inoltre che il tempo a disposizione per cucinare è sempre poco, tanto che il 56% del campione sogna un piatto pronto in meno di 20 minuti.

Entrando nelle cucine degli italiani, gli elettrodomestici più presenti sono: frullatore ad immersione, sbattitore, tritatutto, pentola a pressione e fornetto elettrico, tutti strumenti utili e che accomunano, nel nome della praticità, sia gli esperti che i cuochi basic, i quali rappresentano le categorie che più di altre richiedono un supporto. È inoltre un dato di fatto che al crescere della confidenza con il cooking, dell’impegno e della dedizione della frequenza con cui si cucina aumenta anche in proporzione il numero medio di elettrodomestici di aiuto: da una media di 3,3 per i cuochi basic fino ai 5,1 per gli esigenti.

In termini di qualità, non stupisce che al crescere delle esigenze in cucina aumentino le funzionalità richieste ad un elettrodomestico come un robot e un multicooker.

In una società odierna, sempre in affanno con l’orologio, uno dei must per un elettrodomestico è dato dall’efficienza, espressa nella capacità di ottimizzare i tempi (14%), e dalla semplicità (33,5%), la quale rappresenta un fattore collegato: basti pensare che per il 72% del campione il supporto ideale è quello che cucina in pochi minuti e in completa autonomia in tutti i passaggi, soprattutto per il 90% di coloro i quali hanno un approccio basilare alla cucina.

Nello specifico di un multicooker, i desiderata sono anche poco ingombro (18%), facilità di pulizia (12%) e versatilità (5%), espressa in un aiuto per la preparazione di lievitati, dolci, pasta fatta in casa, salse e sughi, carne e pesce. Questa particolare tipologia di prodotto, pur essendo ancora poco diffusa (8,7%) e poco conosciuta (dall’1 all’8%, con una prevalenza di notorietà sui cuochi basic), ha un grande potenziale, se si pensa che l’86% del campione la riconosce come molto utile. Ne vengono apprezzate soprattutto autonomia, velocità, semplicità, funzionalità timer, e anche la capacità di presentarsi come un valido aiuto soprattutto nel quotidiano, ma anche come un vero e proprio sostituto in cucina, salvifico per la realizzazione delle mission impossibile.

In questo contesto si inserisce l’arrivo del nuovo multicooker di Moulinex, Cookeo, capace di unire ogni preferenza culinaria, dalla più salutare alla più golosa, con i frenetici ritmi della vita quotidiana che lasciano poco tempo all’home cooking.