Giorgio Bettiol nuovo general manager di Bimar

Giorgio Bettiol nuovo general manager di Bimar
Giorgio Bettiol nuovo general manager di Bimar

Per lo sviluppo della sua nuova strategia, Bimar ha nominato un general manager di grande esperienza e consolidata competenza nel settore del clima e del piccolo elettrodomestico: Giorgio Bettiol. Il manager vanta una carriera di venticinque anni iniziata nel Gruppo De’Longhi e confluita in altre realtà di primo piano come Toyota-Necchi, per la quale ha seguito anche il lancio in Italia del marchio inglese Morphy Richards.

«In oltre venti anni di lavoro e impegno nel mondo del Ped – racconta Bettiol – ho avuto modo di seguire da vicino le dinamiche e gli sviluppi di questo settore, sia a livello nazionale sia internazionale. Per De’Longhi, dove ho ricoperto vari ruoli, tra cui la direzione commerciale dei brand Simac e Kenwood, ho seguito sia le dinamiche dei piccoli elettrodomestici sia dei prodotti per il clima, il core business di Bimar. In seguito, ho deciso di intraprendere una nuova sfida professionale e sono entrato nel Gruppo Toyota-Necchi, in quegli anni impegnato nel lancio della gamma di aspirazione a marchio Necchi, che ho seguito personalmente come direttore marketing e commerciale. Per il Gruppo, ho operato anche in primo piano nel lancio in Italia del brand Morphy Richards».

Un percorso articolato e ricco di stimoli, ideale per accogliere con il giusto entusiasmo e una preparazione di alto livello, il rilancio di Bimar, al fianco del CEO Edoardo Brianzi.

«Ho incontrato Edoardo lo scorso anno – spiega Bettiol – e ho accolto con interesse ed entusiasmo la sua proposta di affiancarlo per portare avanti la strategia di crescita di Bimar seguendo personalmente il mercato italiano. In un piano di sviluppo triennale, ci proponiamo di riconquistare quote di mercato sul territorio, cercando accuratamente i partner e le sinergie giuste, proponendo prodotti di tutto interesse per un settore oggi molto complesso. Un’operazione che, lo dico con piacere e molta sincerità, ci risulta agevolata dal grande patrimonio, professionale e umano, costruito negli anni dalla famiglia Brianzi, che ha sempre dato tutto ai propri partner e ha messo tutta se stessa nei progetti seguiti. Una cosa assolutamente rara e per nulla scontata, su cui oggi Bimar può ancora contare. L’azienda, inoltre, punta costantemente su prodotti di qualità, con un design curato e un servizio di customer satisfaction a trecentosessanta gradi, che permette al brand di differenziarsi della concorrenza».

 

Leggi l’intervista al CEO Edoardo Brianzi sul numero di maggio della rivista.