Inaugurata la Nuvola Lavazza a Torino

Nuvola Lavazza
©AndreaGuermani

È stata inaugurata ieri la Nuvola Lavazza, uno spazio aperto alla città, all’Italia e al mondo, in cui i nuovi uffici di Lavazza dialogano con un ristorante gourmet e un museo interattivo, con un grande spazio eventi e un’area archeologica, con un bistrot innovativo e la sede dell’Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD).

nuvola lavazza

Il centro polifunzionale, firmato dall’architetto Cino Zucchi, nasce nel quartiere Aurora di Torino e si estende su un’area di oltre 30 mila metri quadrati.

Nuvola Lavazza_La famiglia Lavazza durante la conferenza stampa di inaugurazione_Da sinistra Francesca, Marco, Manuela, Alberto, Antonella e Giuseppe Lavazza
La famiglia Lavazza durante la conferenza stampa di inaugurazione. Da sinistra: Francesca, Alberto, Manuela, Marco, Antonella e Giuseppe Lavazza

«La Nuvola Lavazza contiene la nostra memoria e il nostro futuro -, dichiara Alberto Lavazza, Presidente del Gruppo. – Ha le radici ben salde nella città e nel quartiere Aurora, storicamente teatro del nostro sviluppo industriale, ma è allo stesso tempo un complesso all’avanguardia in grado di dialogare con tutto il mondo. Così ci piace pensare che Nuvola Lavazza abbia radici future, perché siamo convinti che il futuro possa maturare bene solo se le radici sono profonde».

Lavazza ha investito in questo progetto 120 milioni di euro ed è uno dei pochi edifici ad aver ricevuto il livello Platinum (il più alto in assoluto) della certificazione LEED che valuta l’eccellenza energetico-ambientale delle costruzioni.

Nuvola Lavazza - Carmencita e Caballero nel Museo Lavazza ©AndreaGuermani_a
Carmencita e Caballero nel Museo Lavazza ©AndreaGuermani

Come anticipato, all’interno dello spazio c’è anche il museo e l’Archivio Storico Lavazza, che, visitabile su prenotazione, racchiude la memoria aziendale di oltre 120 anni di storia in più di 8.500 documenti, storie e immagini.

Francesca Lavazza: «Il progetto del Museo Lavazza celebra il caffè e, allo stesso tempo, racconta la nostra storia e il nostro spirito di innovazione in un modo nuovo ed emozionale. Il caffè è sempre l’inizio di qualcosa, favorisce la nascita di idee e lo scambio sociale. In questo senso, esistono molte affinità tra la cultura del caffè e quella di un museo: in entrambi i casi, al centro vi è la qualità sociale e condivisa di un’esperienza che incoraggia lo scambio di conoscenze ed esperienze».