Electrolux apre la sua prima “Open Innovation Factory”

0
256

electrolux open innovation factoryElectrolux ha aperto l’Electrolux Innovation Factory, uno spazio collaborativo e di ispirazione, hub del Gruppo per l’innovazione con partner esterni. L’iniziativa accelererà l’innovazione nei processi manifatturieri e nello sviluppo dei prodotti, rafforzando ulteriormente l’approccio di Electrolux all’open innovation.

Electrolux promuoverà regolarmente public calls – attraverso il sito – per raccogliere nuove proposte e partner come anche progetti specifici. La prima public call sarà lanciata a maggio.

«Questo spazio collaborativo faciliterà l’open innovation e genererà una moltitudine di grandi idee che porteranno nuovo valore per i nostri consumatori -, dichiara Jan Brockmann, Electrolux Chief Operantions Officer. – Siamo davvero entusiasti di come questo ci aiuterà ad unire la dimensione globale di Electrolux con l’agilità dei nostri partner».

Realizzato in un fabbricato ristrutturato e rinnovato all’interno del sito produttivo di Porcia, Pordenone, l’Electrolux Innovation Factory metterà a disposizione un ambiente agile e aperto. Le soluzioni potranno essere testate immediatamente sulle linee di produzione e nei centri dell’R&D che si trovano proprio all’interno del sito. Questo di conseguenza accelererà il processo di innovazione ed esecuzione.

Attraverso la collaborazione, l’Electrolux Innovation Factory faciliterà le alleanze tra fornitori, clienti, incubatori, startup, università, PMI e altri business partner. Sarà un laboratorio “condiviso” dove le persone potranno lavorare insieme in un open space per innovare.

Nella struttura ci saranno delle aree per test e dimostrazioni sia per le soluzioni di prodotto che di processo. Ad esempio, il “Fab Lab” (Fabrication Lab) esplorerà la stampa 3D e altri sistemi avanzati come il test dell’integrazione dei robot collaborativi (COBOTS) e delle innovative tecnologie indossabili per gli operatori delle fabbriche Electrolux.

L’Electrolux Innovation Factory di Porcia sarà utilizzato come iniziale banco di prova e potrà essere replicato grazie alla realizzazione di simili spazi collaborativi in altri siti nel mondo. L’obiettivo è di creare uno spazio dinamico di co-lavoro dove tutti potranno imparare dagli altri indipendentemente dal livello di esperienza e conoscenza.