RAEE, la raccolta cresce di quasi il 5%

Giancarlo Dezio (presidente del Centro di Coordinamento RAEE), Fabrizio Longoni (direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE). Agnese Piselli (Politecnico di Milano), Rudy Bandiera (TEDX Speaker) e Alberto Cigada (Politecnico di Milano)
Giancarlo Dezio (presidente del Centro di Coordinamento RAEE), Fabrizio Longoni (direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE). Agnese Piselli (Politecnico di Milano), Rudy Bandiera (TEDx Speaker) e Alberto Cigada (Politecnico di Milano)

Nel 2017 la raccolta complessiva di RAEE gestita dai Sistemi Collettivi ha superato le 296.000 tonnellate (per l’esattezza 296.274,32 tonnellate), con una crescita del 4,66% rispetto al 2016 e un dato medio pro capite vicino a 4,9 kg per abitante. La rete di Centri di Raccolta attivi sul territorio nazionale comprende 4.076 strutture. È quanto emerge dal “Rapporto Annuale 2017 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia”, a cura del Centro di Coordinamento RAEE.

«Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nella raccolta di RAEE 2017, grazie all’impegno dei Sistemi Collettivi e di tutti i gestori della raccolta, siano essi Comuni, aziende della gestione rifiuti oppure distributori e installatori di apparecchiature elettriche e elettroniche», spiega Giancarlo Dezio, presidente del Centro di Coordinamento RAEE. «Il quadro è positivo, ma gli obiettivi europei ci incalzano e dobbiamo guardare al futuro. In primis è necessario colmare gli squilibri che ancora persistono nel Paese; gli enti locali sono chiamati ad attuare serie politiche di informazione e infrastrutturazione per supportare la diffusione della cultura della raccolta. Il Sistema RAEE Italia anche nel 2017 ha dato il proprio significativo apporto: i Produttori di AEE, attraverso i Sistemi Collettivi, hanno messo a disposizione quasi 20 milioni di euro tra premi di efficienza, fondo di infrastrutturazione e fondi per comunicazione». Nel 2017 il Raggruppamento 2 (Grandi Bianchi) risulta il più raccolto con oltre 96 mila tonnellate di RAEE. La Valle d’Aosta è la Regione più virtuosa d’Italia con una media pro capite di 9,94 kg/ab ed è prima, insieme al Trentino Alto Adige, per diffusione dei Centri di Raccolta. La Toscana spicca tra le regioni del Centro, la Sardegna è la migliore nell’area Sud e Isole.