CES 2018 – Il Tv modulare e il QLED con AI di Samsung

0
571
The Wall, il Tv modulare di Samsung

Dopo aver raccontato la strategia aziendale di Samsung ed aver accennato ai nuovi prodotti presentati al CES, approfondiamo il racconto dei nuovi televisori Samsung: uno composto da moduli che consentono di creare il pannello voluto senza compromettere la qualità dell’immagine e l’altro con AI.

Ispirato ai ledwall professionali, il nuovo The Wall di Samsung è stato concepito per rendere il televisore del domani un oggetto modulare, personalizzabile ed evoluto. L’obiettivo è offrire agli utenti un’esperienza visiva superiore e fungere da hub intelligente e connessione per tutti gli altri dispositivi, dagli smartphone ai tablet, dagli elettrodomestici ai sistemi di controllo domotico e di sicurezza. Grazie al design “bezel-less”, cioè senza cornici, unendo i vari moduli è possibile creare uno schermo dalle dimensioni personalizzate (quello visto a Las Vegas è di 146” con matrice Ultra HD) fino a occupare un’intera parete oppure solo alcune zone. Ogni modulo impiega la tecnologia Micro LED che utilizza lo stesso principio dell’OLED (pixel autoilluminanti) e permette di ottenere gli stessi benefici in termini di contrasto, luminosità e livello del nero.
Il QLED con l’intelligenza artificiale

Q96

L’altro prototipo mostrato da Samsung è il Tv Q96 da 85” con matrice 8K che utilizza un algoritmo proprietario basato sull’intelligenza artificiale. Dal momento che le trasmissioni in formato 8K sono ancora pochissime e che per molti anni saranno limitate ai contenuti “premium”, Samsung ha messo a punto un algoritmo capace di apprendere, nel corso del tempo, quali contenuti vengono visualizzati. Questo avviene sfruttando un enorme database costantemente aggiornato per correggere in modo automatico e istantaneo la luminosità, il contrasto e il dettaglio dei segnali video così da garantire la migliore visualizzazione possibile sullo schermo da oltre 33 milioni di pixel (7680×4320).

A differenza di The Wall, il Q96 sarà lanciato già entro quest’anno in Corea e negli Stati Uniti. Ricordiamo che in Giappone il debutto delle trasmissioni 8K regolari è previsto per i prossimi mesi e che le Olimpiadi di Tokyo del 2020 saranno riprese e trasmesse anche in questo formato.

Fonte: Eurosat