Hoverboard esplode a Bologna. Il pm apre un fascicolo per incendio colposo

0
504

Lo scorso ottobre un hoverboard sotto carica ha distrutto una casa a Bologna e il pm Nicola Scalabrini ha aperto un fascicolo per incendio colposo, che vede indagata la società di Varese X-Joy srl, proprietaria del marchio Twodots e Unieuro, dove il prodotto era stato comprato.
Il caso, primo in Italia, non sarebbe isolato, tanto che – per alcuni mesi dal 2015 al 2016 – Amazon ha tolto l’oggetto del desiderio di tanti bambini dal suo sito. Ora la situazione è in fase di esame, pare però che la causa sia imputabile alla difettosità delle batteria. Nel frattempo la procura potrebbe chiedere un risarcimento sia all’azienda produttrice che al negoziante. Il legale di Unieuro, Simone Sabattini, ha dichiarato al Corriere: «Il rischio che le batterie al litio esplodano è noto. Di quel marchio Unieuro ha venduto quasi 50.000 pezzi nel 2017, se quell’esemplare era difettoso risarciremo in sede civile come stabilisce la legge, ma ci aspettiamo un’archiviazione in sede penale».