Findomestic: continua il buon momento del Ped

0
126
Gli italiani sembrano interessati ad acquistare piccoli elettrodomestici, mentre l’intenzione di acquisto verso i grandi elettrodomestici cresce solo rispetto al mese di luglio mentre diminuisce su base annua

Dall’Osservatorio Mensile Findomestic emerge che il caro-scuola incide sulle abitudini familiari: una famiglia su due è pronta a limitare i consumi, rinunciando in particolare alle spese per il tempo libero, per gli elettrodomestici e per i dispositivi tecnologici.  Tuttavia i genitori tendono ad assecondare di più i gusti dei figli indipendentemente dal costo: aumentano dal 32% al 40% coloro che comprano ciò che piace ai ragazzi, mentre diminuisce dal 42% al 32% chi cerca il prezzo più conveniente. In ogni caso il 25% dei genitori (+2% rispetto a un anno fa) tiene d’occhio la qualità. Rispetto allo scorso anno gli italiani spenderanno in media il 13% in più per pagare libri e corredo scolastico dei figli con una spesa media di 654 euro. Le famiglie, per far fronte a questa spesa crescente, erodono sempre più i loro risparmi (28% del campione) o ricorrono ad aiuti esterni quali contributi di parenti e amici (7%) o borse di studio (4%). Per quanto riguarda il sentiment delle famiglie, l’indice di agosto è in linea con quello del mese precedente, il che significa che il livello di soddisfazione nei confronti della situazione sia personale che del Paese rimane il più basso registrato da oltre un anno a questa parte. Di seguito l’analisi sull’intenzione di acquisto verso i beni durevoli.

Elettrodomestici. Ancora segno più per gli elettrodomestici, trainati da quelli di piccole dimensioni, in crescita sia a livello congiunturale (+1,1%) che tendenziale (+3,7%). L’elettronica di consumo è stabile rispetto a luglio e in crescita rispetto ad un anno fa mentre i grandi elettrodomestici sono in crescita a luglio (+0,3%) e in calo rispetto ad agosto 2016 (-0,3%).

Informatica, Telefonia, Fotografia.  Andamento altalenante per questo comparto. La voglia di smartphone è in continua ascesa: l’aumento mensile dello 0,5% porta al 2,1% l’incremento su base annua. Bene anche Pc e accessori: +2,3% rispetto allo stesso periodo del 2016. Tablet ed e-book perdono lo 0,5% in un mese, ma a livello tendenziale crescono dello 0,7%. Lieve diminuzione, invece, per fotocamere e tablet.

Casa. Prosegue la ripresa del comparto, con valori in ascesa per il secondo mese consecutivo: in un solo bimestre le intenzioni di acquisto di nuovi mobili sono salite del 2,4%. Cresce anche la quota di italiani pronti ad acquistare una casa nei prossimi tre mesi: 8,1% a fronte del 7,3% del mese scorso. Le ristrutturazioni, invece, sono in frenata.

Efficienza Energetica. Ad agosto si registra una ripresa del settore efficienza energetica rispetto al mese scorso: crescono le intenzioni di acquisto per infissi (+0,4%), impianti fotovoltaici (+0,2%) e impianti solari (+0,3%); in calo invece le stufe a pellet/caldaie a risparmio energetico (-0,3%). A livello tendenziale il trend rimane negativo.

Tempo Libero. Nonostante nel mese di agosto si sia arrestata la crescita del comparto tempo libero, rispetto allo stesso periodo del 2016 tutte le voci hanno registrato performance migliori: +2,1% per viaggi e vacanze, +1,9% per il fai-da-te e +3,2% per attrezzature e abbigliamento sportivi.

Veicoli. Subisce una leggera flessione il settore dei veicoli. Le intenzioni di acquisto di auto nuove sono in contrazione dello 0,4% rispetto al mese precedente (congiunturale), ma a livello annuale (tendenziale) si registra una crescita del 2% rispetto allo stesso periodo del 2016. La spesa media prevista per una nuova vettura è di 20.435 euro. Le auto usate, invece, sono in lieve calo rispetto ad un anno fa, mentre per motocicli e scooter il saldo sui dodici mesi è positivo dello 0,5%.