In Europa l’e-commerce viaggia verso i 602 miliardi di euro

0
49
Il commercio elettronico cresce soprattutto nei Paesi del sud Europa

Alla fine del 2017 le vendite on line in tutta Europa raggiungeranno i 602 miliardi di euro, pari a una crescita del 14% rispetto al 2016. Lo scorso anno l’e-commerce nel continente ha registrato un fatturato di 530 miliardi di euro, in crescita del 15 % sull’all’anno precedente. È quanto emerge dal Rapporto europeo del commercio elettronico per il 2017 presentato da Ecommerce Europe, EuroCommerce e dalla Ecommerce Foundation.

I consumatori che acquistano di più online sono quelli nei mercati con e-commerce maturi. Ad esempio l’87% dei consumatori del Regno Unito ordina prodotti via Internet, in Danimarca ed in Germania sono rispettivamente l’84 e l’82%. In Paesi come la Romania, la Macedonia e la Bulgaria la percentuale di persone che fa shopping online è decisamente più bassa. In Italia 20,9 milioni di persone acquistano online, soprattutto viaggi, elettronica di consumo e abbigliamento. La consegna a domicilio è il servizio standard scelto dalla maggior parte dei consumatori italiani, ma si stanno diffondendo altre formule come la consegna dell’acquisto nei punti di raccolta e la consegna dell’ordine nella stessa giornata. Il cellulare è sempre più rilevante negli acquisti online degli italiani.

Il sud Europa presenta il tasso di crescita maggiore: per il 2017 si stima, infatti, che l’e-commerce crescerà del 18%. Il mercato e-commerce più grande è la Gran Bretagna con un fatturato di 197 miliardi di euro, seguito da Germania con 86 e Francia con 82 miliardi di euro. In Italia nel 2017 il mercato e-commerce è stimato in 22 miliardi di euro.

La percentuale di coloro che acquistano online varia a seconda dell’età. Lo scorso anno, il 67% dei ragazzi con un’età compresa tra i 16 ed i 24 anni ha fatto shopping online frequentemente, mentre ha fatto altrettanto soltanto il 35% nella fascia d’età compresa tra i 55 ed i 74. Questa fascia di popolazione però è in crescita perché nel 2014 solo il 27% dei più “anziani” aveva effettuato acquisti on line.

La penetrazione di Intenet rispetto alla popolazione europea è pari al 77%, percentuale che sale all’83% nell’Europa a 28. In Norvegia, Internet raggiunge il 100% della popolazione, in Ucraina solo il 49%, dato che colloca questo Paese al fondo della classifica. L’Italia non fa parte della “top 12” dei Paesi con la penetrazione di Internet più alta, dove è considerata la percentuale che va dal 100% (Norvegia) all’89% (Germania e Irlanda).